Guarda la video presentazione

 

“È un’esperienza che porta alla riscoperta

delle capacità di sentire, di provare

emozioni, di esprimere sentimenti e di

manifestare affettività”.

 

L‘impiego dell’animale, in particolare del cane, permette di sviluppare molti interventi in campo socio/educativo, ed è limitato solo dalla fantasia di educatori e terapisti e dal carattere dell’animale coinvolto.
I benefici del cane sociale

Gli animali, in particolar modo quelli domestici, sono in grado di dare e ricevere affetto senza fare discriminazione di nessuna natura. L’interazione con gli animali è spontanea ed avviene attraverso canali di comunicazione ed espressione dei sentimenti in modo semplice; la modalità di azione terapeutica scaturisce dall’emozione che nasce dal rapporto fra l’uomo e gli animali.

L’interazione con l’animale può fungere da stimolo “naturale” per incentivare:

Comunicazione non verbale, contatto corporeo: l’utente può accarezzare l’animale e al tempo stesso il cane può essere fonte di stimoli (es. naso umido, pelo morbido, polpastrelli ruvidi, odore, ritmo del respiro, calore corporeo ecc.) Sviluppo dell’autostima, capacità di apertura verso la realtà: l’utente impara a svolgere mansioni operative per accudire l’animale per poi svolgerle in completa autonomia (es. riempire la ciotola, dare le crocchette, spazzolare, condurre al guinzaglio ecc.)

Comunicazione diretta, mediata da simboli grafici, e simbolica: per poter interagire con il cane, l’utente deve usare comandi e strategie ben definiti, deve quindi imparare a coordinare comandi verbali, gesti, postura e mimica facciale. Affinché il cane comprenda, l’utente deve mettersi in gioco maggiormente rispetto all’interazione con gli altri che, spesso, tendono ad anticipare le risposte. In casi in cui l’utente non è in grado di utilizzare il linguaggio verbale si possono utilizzare simboli grafici.

Area emotiva relazionale: sviluppo della socialità fra gli utenti, il personale ed i parenti.

Blog

Passpartu

Il cane passepartout nella diversità. Percorso di crescita del bambino disabile e del Cane Sociale. Aspetti educativi e tecniche di conduzione Paola Falchetti: Referente del progetto Elena Gori: Conduttore e Coordinatore di IAA Lavoro presentato alla...

leggi tutto

Il cane sociale come collante speciale

Cani sociali è un’impresa individuale che ha lo scopo di erogare servizi socio-educativi assistiti dall’animale, fondata nel 2002 dalla Dottoressa Elena Gori grazie alla vincita del bando “Donna Crea Impresa”- Provincia di Milano, che impiega i suoi cani,...

leggi tutto