LA PET THERAPY - IL CANE SOCIALE - CHI SIAMO - ATTIVITA’ - EVENTI - DICONO - CONTATTI
     
 
 
IL CANE SOCIALE

L'attore principale della Pet Therapy, oltre l'utente, è l'animale che deve avere delle caratteristiche caratteriali e comportamentali ben definite. Nei programmi assistiti vengono generalmente impiegati animali domestici: cane, gatto, cavallo, coniglio, gallina ecc., animali che da tempo sono stati addomesticati dall'uomo.

L'animale maggiormente impiegato è il cane che diviene sociale grazie alle proprie qualità caratteriali (socialità, docilità, bassa aggressività, buona tempra ed adattabilità) ed una corretta educazione impostata fin dai primi giorni di vita. Nell'educazione non vengono mai usate tecniche coercitive: il cane deve poter riscontrare nella figura umana una fonte di benessere e di fiducia altrimenti non avrà mai la spontaneità d'interagire con le persone.

Il cane sociale svolge il compito di catalizzatore nell'interazione tra terapista e paziente favorendo la motivazione e la socializzazione tra persone diverse, innescando così un ampliamento d'interessi e amicizie che sono favorevoli per un buono stato di salute mentale e fisica. Durante l'interazione uomo-animale il benessere dell'utente e dell'animale deve essere garantito e tutelato; nel momento in cui questa condizione cessa di esistere gli interventi non proseguono. L'interazione avviene attraverso canali spontanei e si esprime mediante la comunicazione non verbale e quindi non possono essere "forzati". Tutelare l'animale è compito del conduttore opportunamente formato. Il cane, durante gli interventi, è soggetto a diversi stimoli (ad es. odori, i movimenti non controllati di persone con difficoltà motoria, cambiamenti repentini di tono di voce e d'umore di persone con problemi comportamentali, ecc.) che lo portano ad uno stato di stress che deve essere alleviato attraverso l'interazione con il conduttore sia durante il lavoro, sia a casa; è quindi sconsigliato impiegare lo stesso animale in attività o terapie assistite per più di un'ora al giorno. Si devono impiegare animali adulti e cioè che abbiano la maturità e l'equilibrio per affrontare con serenità le diverse situazioni.

La Pet Therapy si basa sulla corretta interazione sia tra conduttore e cane, e sia tra la coppia (uomo/animale) e il binomio utente/terapeuta. Ciò che rende benefico il rapporto è la giusta interazione fra uomo e animale.

La coppia conduttore/animale non é sostitutiva di nessun'altra terapia ma una forma complementare da affiancare ad altri trattamenti.

In Italia non esiste una legge che definisce le modalità di questi tipi d'intervento, attualmente sono in discussione alcuni progetti di legge. Tutti i cani, da me impiegati, sono vaccinati come d'obbligo di legge, muniti di certificato di buona salute rilasciato dal Medico Veterinario, educati ed addestrati. La coppia cane-conduttore segue le metodologie evidenziate dal Master in “Attività e Terapia Assistita con l’ausilio dell’Animale” Facoltà di Medicina e Chirurgia e di Veterinaria, Università di Perugia.